Convegni
Home » Cosa facciamo » News e comunicati

Parco Monti Simbruini: trent'anni di attività

(Jenne, 29 Gennaio 2013) - Il Commissario Straordinario Dott. Maurizio Lucidi e il Direttore dott. Alberto Foppoli ricordano che il 29 gennaio ricorre il trentennale dell'istituzione del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini. Nel lontano 1983 la Regione Lazio con una Legge regionale datata 29 gennaio ufficializzava l'istituzione del Parco Regionale dell'Appennino.

A quell'epoca ancora non aveva visto luce la legge quadro sui Parchi (394/91) e dunque il concetto di Parco era fumoso e legato ancora all'ambientalismo, piuttosto che ad una visione olistica dell'ambiente e della conservazione della natura.

Oggi, sostiene il Commissario Lucidi, dopo 30 anni possiamo dire che il Parco ha raggiunto la completa maturità, entrando di diritto nella cerchia dei parchi storici, dove dalla difesa esclusiva dell'ambiente si è passati ad una visone più ampia, comprendendo che la tutela delle risorse ambientali deve necessariamente passare attraverso la convivenza con l'uomo.

A trent'anni dall'istituzione si è deciso, anche in considerazione dell'attuale periodo economico, di evitare festeggiamenti autoreferenziali e fuori luogo, dando vita solo a piccole iniziative che cercano di ripercorrere la storia dell'area protetta, cercando di sottolineare i risultati raggiunti, i tanti limiti che ancora gravano sull'Ente, gettando però lo sguardo al futuro, sperando di centrare gli obiettivi prefissati.

La prima ed importante azione di comunicazione per il trentennale sarà quella di utilizzare un logo creato appositamente per l'importante occasione da inserire sia sulla carta intestata sia su ogni prodotto/gadget creato nel corso dell'anno.

Inoltre dal 29 Gennaio è online il restyling del sito www.simbruini.it. La nuova versione è di facile navigazione, con una grafica più moderna, in continuo aggiornamento per offrire un servizio completo per ogni esigenza dei residenti e dei fruitori del Parco.

Il Direttore Dott. Foppoli conferma che per il trentennale, non volendo procedere a inutili e costose celebrazioni, si è scelto di porre l'accento e valorizzare le attività in corso nel territorio, che nonostante le difficoltà e gli scarsi mezzi economici, sono ancora in piedi e che tutto sommato hanno portato anche una moderata soddisfazione tra chi dirige l'Ente e tra chi quotidianamente opera nell'area protetta. Ovviamente non si possono trascurare anche le difficoltà e alcuni punti critici, che però cercheremo di superare impegnandoci sempre di più.

Oggi possiamo dire che in questi trent'anni, per prima cosa, siamo riusciti a mantenere l'ambiente integro, difendendo la continuità ecologica e la biodiversità. Abbiamo recuperato alcuni edifici storici, censito la fauna e la flora, collaborato con le Università per raggiungere importanti risultati sulla ricerca, abbiamo accolto numerosi turisti e scolaresche, sfruttando sia il paesaggio naturale che alcuni progetti specificatamente destinati a questo, siamo riusciti ad assicurare alla giustizia qualche bracconiere e infine abbiamo realizzato una rete sentieristica finalmente degna del Parco più grande della regione Lazio con i suoi 30.000 ettari.

Infine il Commissario e il Direttore sottolineano che questo compleanno non deve essere visto come un traguardo ma come un punto di partenza, per riflettere sulle cose realizzate, sugli sbagli fatti, garantendo che continueremo ad impegnarci con lo stesso entusiasmo e la stessa volontà affinché questi territori possano ancora essere fruiti da appassionati, turisti e studiosi ma anche dai residenti. E' proprio a questi ultimi che va un riconoscimento dell'Ente, infatti è grazie a loro se il territorio in 30 anni ha mantenuto le sue eccellenti qualità ambientali, ecologiche e naturalistiche.

E' grazie ai residenti, che con mille difficoltà hanno scelto di rimanere in questa terra scomoda ma stupenda, che il Parco ha ancora ragione di vivere ed è per loro che il Parco si impegnerà nel futuro, per riconoscere finalmente agli abitanti lo sforzo ed il loro attaccamento al territorio.
Un grazie va anche a tutti i dipendenti che fino ad oggi hanno dimostrato, attraverso molteplici azioni, di voler fare sempre del proprio meglio garantendo ai cittadini lo svolgimento delle attività in ottemperanza dell'efficacia e dell'efficienza nel rispetto delle normative vigenti.

foto della notizia
 
© Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini - Via dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel.0774/827221 Fax 0774/827183 - E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Privacy | Note legali - Netpartner: Parks.it