Convegni
Home » Cosa facciamo » News e comunicati

Bacino del Pertuso: Emergenza idrico-ambientale

(Jenne, 30 Gennaio 2017) - Il Sindaco del Comune di Trevi nel Lazio, dott. Silvio Grazioli e il Sindaco di Filettino, dott. Paolo De Meis, di concerto, hanno inviato una richiesta all'Ass.re  all'Ambiente della Regione Lazio, On. Mauro Buschini, per chiedere un incontro urgente finalizzato all'istituzione di  un tavolo tecnico-politico unitamente a ENEL Produzione Spa, all'ACEA ATO2 e al Parco dei Monti Simbruini, per discutere ed affrontare le problematiche relative all'invaso del Pertuso che, come è noto, funge da bacino idrico per le emergenze di acqua dei comuni a sud di Roma.  Nelle missive dei citati sindaci, si mettono in evidenza due episodi verificatesi, il primo ad ottobre scorso e l'ultimo qualche giorno fa dove l'invaso del Pertuso, per manovre effettuate da ENEL Produzione Spa, è stato quasi completamente vuotato. Nelle citate lettere si evidenziano i danni che tali manovre, producono all'equilibrio naturalistico e al fragile ecosistema presenti nel bacino artificiale. Infatti qui vi nidificano diverse specie di uccelli, (è presente anche una coppia di Aironi), e si riproduce anche una diversificata fauna ittica che in carenza di acqua subisce gravi danni. La richiesta dei Sindaci scaturisce anche dal fatto che le manovre tecniche sull'invaso effettuate dall'ENEL, avvengono sempre tenendo all'oscuro le amministrazioni locali competenti e che, alle legittime rimostranze dei Sindaci, le risposte, quando ci sono, sono sempre evasive, superficiali ed incomplete. C'è da sottolineare che in data 28 ottobre 2016, con lettera prot. n. 3535, indirizzata all'Ass.re all'Ambiente della Regione Lazio, alla Direzione Regionale Ambiente e a tutti i soggetti interessati al Bacino Idrico del Pertuso, l'Ente Parco, chiedeva di conoscere la situazione dei prelievi effettuati nella Sorgente Pertuso da parte dell'ACEA ATO 2 e dall'ENEL Green Power e di evidenziare, da parte dell'ENEL, l'effettivo rilascio a valle delle Dighe lungo l'asta fluviale, indicando se si stavano o meno seguendo le indicazione della DGR 386/2009 che prevede una tempistica e una rimodulazione del prelievo idroelettrico.

Infatti, nel corso del sopralluogo; presenti anche i nostri tecnici dell'ufficio Naturalistico, effettuato il giorno 25 ottobre 2016 si è evidenziata una profonda crisi idrica con un manifesto prosciugamento del bacino e del corso d'acqua che lo alimenta (fiume Aniene e sorgente Pertuso) come sta avvenendo in questi giorni.

Anche in questa occasione, il Presidente Dott. Panzini,  ritiene opportuno accogliere la richiesta dei Sindaci di Trevi nel Lazio e di Filettino e di reiterare l'invito a pianificare nel più breve tempo possibile un incontro tra tutte le parti interessate, che potrà chiarire tutti gli aspetti previsti nella DGR 386/2009. L'incontro – aggiunge - è necessario ed urgente anche per arrivare alla definizione del Comitato di monitoraggio per il fiume Aniene previsto nella stessa DGR 386/2009 e mai riunitosi, al fine di avere uno strumento che vigili sullo stato qualitativo e quantitativo dei corpi idrici nel bacino dell'Aniene e, vista la nostra Mission come Ente Parco, soprattutto per salvaguardare l'aspetto paesaggistico e il delicato micro ecosistema ambientale venutosi ormai a creare intorno e all'interno del bacino del Pertuso.

foto della notizia
Laghetto Pertuso
 
foto della notizia
 
© Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini - Via dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel.0774/827221 Fax 0774/827183 - E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Privacy | Note legali - Netpartner: Parks.it