Home » Territorio » Vegetazione

Ambiente Altomontano

Flora

Con il termine altomontano si intende quel particolare ecosistema che si estende in alta quota sopra il limite della vegetazione arborea che, sui monti Simbruini, si sviluppa mediamente al disopra dei 1800-1900 m slm., coincidendo di fatto con le sommità delle montagne più alte. E' da osservare che la denominazione di ambiente altomontano, nell'Appennino Centrale, mantiene comunque un certo carattere di "mediterraneità" e che, quindi, questo tipo di bioma assume qui caratteristiche un po' diverse da quelle schiettamente alpine.
Le comunità biotiche più elevate sono rappresentate dai "seslerieti", costituiti da Sesleria tenuifolia, una graminacea diffusa oltre che sugli Appennini anche sui rilevi montuosi della penisola Balcanica. In queste formazioni erbose crescono numerose piante d'altitudine Nei dossi in dolce declivio e moderatamente pianeggianti dei crinali prevalgono invece i "festuceti"(Festuca violacea), che rappresentano le zone migliori per il pascolo d'alta quota, attivo soprattutto nei mesi estivi.
Alle quote più elevate sono presenti anche le vallette nivali, depressioni del suolo ove la neve rimane più a lungo; in questi ambienti si sviluppa una vegetazione simile a quella della tundra alpina, anche se molto più impoverita, dove spiccano esemplari di Uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi) e di Ginepro nano (Juniperus nana).
Nelle zone più fresche è abbastanza comune l'Asfodelo montano (Asphodelus albus) dalla tipica infiorescenza bianco-bruniccia e la Genziana maggiore (Gentiana lutea).
 
© Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini - Via dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel.0774/827221 Fax 0774/827183 - E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Privacy | Note legali - Netpartner: Parks.it