Logo del Parco
Condividi
Home » Territorio » Vegetazione

Ambiente Submontano

Flora

La vegetazione del piano submontano è rappresentata dal bosco a latifoglie eliofile, che prevale soprattutto sui versanti meridionali di sotto a 1000 m di quota, è molto variabile dal punto di vista fitoscociologico. In genere si riscontrano boschi misti di Roverella (Quercus pubescens), Carpino nero (Ostrya carpinifolia) e Orniello (Fraxinus ornus).
Altre formazioni presenti in quest'orizzonte sono il Castagneto, la Cerreta.
Lo strato arbustivo in questi tipi di formazioni boschive è costituito soprattutto da Biancospino (Crataegus oxycanta), Bosso (Buxus sempervirens), Pungitopo (Ruscus aculeatus) e un arbusto molto particolare chiamato "berretta da prete" (Euonimus europaeus) per le infruttescenze rosso porpora che ricordano i cappelli che un tempo portavano i parroci.
A quote più basse si osservano formazioni caratterizzate dalla coesistenza di sclerofille sempreverdi (Leccio) e latifoglie caducifoglie (Roverella) su calcari esposti a sud e fortemente inclinati (1200-600 m). In questo tipo di formazione vegetazionale si rinvengono liane come la vitalba (Clematis vitalba) e lo Similax aspera anche detto "strappabrache" per le diffuse spine che ornano il suo fusto.
Come nel piano montano ed ancor più frequentemente, anche nell'orizzonte submontano si rinvengono radure e pascoli, spesso costituiti da coltivi abbandonati. Si tratta di xerobrometi composti da specie erbacee del piano basale fra cui è dominante Bromus erectus.
Val d'Aniene
Val d'Aniene
(foto di: Parco Monti Simbruini)
Logo del Parco
© 2018 - Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
V. dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel 0774/827219-21 - Fax 0774/827183
E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Regione Lazio