Home » Territorio » Vegetazione

Ambiente Fluviale

Flora

Uno degli ambienti più caratteristici dell'intero territorio del Parco dei Monti Simbruini è quello fluviale montano.
La maggior parte dei corsi d'acqua del Parco hanno la fisionomia di torrente montano, dominato da forti pendenze, un profilo a bassa sinuosità alternato a tratti con letto piano più regolare e senza brusche variazioni altimetriche.
In questa situazione le acque rimangono confinate lungo un compluvio generalmente stretto e infossato determinando una scarsa differenziazione vegetazionale di tipo igrofilo che rimane spesso localizzata nella stretta fascia ripariale.
In questo tratto tipicamente altomontano sono presenti alcune specie erbacee palustri o prettamente igrofile come l'Equiseto palustre (Equisetum palustre), il gramignone minore (Glyceria plicata), il giunchetto meridionale (Holoschenus australis) e l'Erba di S. Giovanni alata (Hypericum tetrapterum).
Nei pressi di alcune sorgenti laterali, in terreni fortemente umidi, è presente la rara Pinguicola (Pinguicola sp.), dalle foglie appiccicose, capace di catturare piccoli insetti che vengono poi digeriti in 1-3 giorni.
La prima fascia di vegetazione legnosa che si insedia direttamente su depositi alluvionali è costituita da gruppi di Salici arbustivi submediterranei che possono formare dense boscaglie. Le specie guida di questa formazione sono il Salice rosso (Salix purpurea), il salice di ripa (S. elegans) e il Salice bianco (S. alba) che diviene più abbondante lungo il medio corso dell'Aniene.
Lo strato erbaceo di queste boscaglie comprende numerose specie tipiche dei greti come l'Equiseto dei campi (Equisetum arvense), il ranuncolo strisciante (Ranunculus repens) ed alcune specie di garofanino (Epilobium spp.).
Solo scendendo più a valle nel Parco, l'alveo aumenta la propria larghezza e sinuosità.
Compaiono qui, tra le specie arboree, i primi Pioppi neri (Populus nigra), mentre tra lo strato arbustivo troviamo il sambuco comune (Sambucus nigra) e il biancospino. In questo tratto di scorrimento il farfaraccio (Petasites hybridus) è la specie più appariscente dello strato erbaceo.
 
© Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini - Via dei Prati, 5 - 00020 Jenne (RM) - Tel.0774/827221 Fax 0774/827183 - E-mail: monti.simbruini@simbruini.it - Posta certificata - CF 94006850583
Privacy | Note legali - Netpartner: Parks.it